Keep going, Austin Kleon [4/19]

Austin Kleon: Keep Going [Biblioteca Amnesia]

Terzo episodio della saga inaugurata da Ruba come un artista, Keep going. 10 ways to stay creative in good times and bad è l’ideale conclusione del percorso proposto da Austin Kleon, almeno per il momento. 😉


Libri illustrati che giocano sul metodo della cancellatura di Isgrò, i tre volumetti di Austin Kleon (@austinkleon) – uno scrittore che disegna, come ama definirsi – sono dei manuali omeopatici di buone pratiche e buon senso, per chi lavora in ambito creativo.

Keep going parla di come mantenere viva la creatività, l’ispirazione a partire da piccoli accorgimenti mentali, ma anche molto pratici. Specialmente se la creatività è il carburante del proprio lavoro, che si tratti di blocco dello scrittore o della paura del foglio bianco.

L’approccio è pragmatico, tipico della cultura del self-help americana, corredato di casi e di testimonianze pratiche, di citazioni, così come il motivo per cui è stato scritto il libro, ovvero perché era quello che K., a sua volta, avrebbe voluto leggere.

Tuttavia i dieci modi toccano aspetti profondi della cultura contemporanea, del suo rapporto con la tecnologia, con la velocità, con le emozioni profonde, la natura e la felicità.

Riconnettersi: spazio e corpo

Leggendo i vari capitoli/consigli si emergono dei cluster trasversali. In particolare i blocchi 2, 8, 9 e 10 si riferiscono prevalentemente a trovare una forma di armonia con se stessi, la propria fisicità e lo spazio in cui ci si muove.

Keeps your tools tidy and your materials messy (p. 148)

Se le nuove idee emergono dalle associazioni di cose che sono fuori dal loro ambito, sia fisico sia concettuale, tuttavia, troppa confusione genera una sorta di blocco. Riordinare diventa l’occasione per riscoprire e rientrare in contatto con gli oggetti accumulati.

Mai sottovalutare un buon pisolino come forma, invece, di pulizia della mente, né una buona camminata – pratica diffusa da Diogene a Nietzsche, passando per Beethoven e Bob Dylan:

Walking is a way to find possibility (p. 178)

Ed infine un giardino, non tanto come pratica fisica di mezza età, ma piuttosto per riprendere il ritmo e la ciclicità della natura, la pazienza, il cambiamento.

I’m not interested in annuals. I’m interested in perennials (p. 188)

Gestire il (proprio) tempo

He si tratti di creare una routine, o di dire no, sapere gestire il proprio tempo è uno degli aspetti fondamentali. La routine infatti diventa il punto di riferimento per quando si è disorientati, un modo per trovare il tempo e per non sprecarlo, quando ne hai. Un personale programma, un rito, un limite che dà libertà, genera abitudini positive in funzione della propria energia, tempo e personalità. E che no ti richiede di svegliarti alle 5 del mattino! 😉

Ovviamente, non possono mancare le liste: come quelle di cose da imparareanziché da fare – di Leonardo, ma anche quelle delle cose che non si vogliono (più) fare o le liste dei pro-e-contro come momento di consapevolezza.

Ed infine, concludere le proprie giornate, arrivare fino in fondo, per ripartire il giorno successivo con un giorno nuovo di zecca, scrivendo magari come è andata o pianificando per la mattina successiva.

IMHO

Un libro più difficile da recensire che da leggere perché fatto di immagini, parole, rimandi e citazioni: come i precedenti volumi e la newsletter settimanale Kleon offre sempre molti spunti e suggestioni che spaziano dall’arte alla musica, dal design al digitale con leggerezza e poliedricità. Un manuale(tto) di buon senso, lieve e profondo, per fare una pausa o per riorganizzare le idee quando si rischia di girare, inutilmente, a vuoto.

 


Se non la conoscete ancora, vi consiglio la sua newsletter di cui ho parlato in un post del mio blog qualche tempo fa.

Keep going. 10 ways to stay creative in good times and bad Book Cover Keep going. 10 ways to stay creative in good times and bad
Austin Kleon
Saggio
Workman Publishing, New York
2019
A stampa
216
Inglese
978-1-5235-0664-4

Indice

I wrote this book because I need to read it

  1. Every day is a groundhog day
  2. Build a bliss station
  3. Forget the noun, do the verb
  4. Make gifts
  5. The ordinary + extra attention=the extraordinary
  6. Slay the art monsters
  7. You are allowed to change your mind
  8. When in doubt, tidy up
  9. Demons hate fresh air
  10. Plant your garden